CONTRATTI DI LOCAZIONE

TIPOLOGIE CONTRATTUALI PER LE LOCAZIONI RESIDENZIALI

Settembre 2016 – “I libri dell’esperto risponde – Il Sole 24 Ore”

 

La legge prevede quattro tipologie di contratto per le locazioni di tipo residenziale:

 

  1. LIBERO

La durata del contratto è di 4 anni, con rinnovo tacito per ulteriori 4 anni. Alla fine del secondo quadriennio, se non perviene disdetta 6 mesi prima della data di scadenza da una delle due parti, si rinnova alle stesse condizioni.

Il canone è libero, frutto della contrattazione fra le parti.

 

  1. A CANONE CONCORDATO

La locazione dura 3 anni con rinnovo tacito per altri due anni. Se non perviene disdetta 6 mesi prima della data di scadenza da una delle due parti, il contratto si rinnova automaticamente.

In questo caso il canone non è libero: un accordo locale tra le associazioni degli inquilini e dei proprietari stabilisce un importo minimo ed un importo massimo in base alle caratteristiche ed alla localizzazione dell’immobile.

Questo tipo di contratto(sottoscrivibile in tutto il territorio nazionale) gode di alcune agevolazioni fiscali, alcune delle quali differenziate in base al tipo di Comune (ad esempio Comuni ad alta tensione abitativa o colpiti da calamità naturali)

 

  1. TRANSITORIO

In questo caso al durata va da un minimo di 1 mese ad un massimo di 18 mesi. Non è rinnovabile ed alla scadenza si risolve senza necessità d disdetta. Nelle città metropolitane, nei comun ad esse limitrofi e in tutti i comuni capoluogo di provincia il canone non è libero ma deve attenersi agli accordi territoriali. Può essere sottoscritto solo per documentate esigenze temporanee.

 

  1. PER STUDENTI

La durata può variare da un minimo di 6 mesi ad un massimo di 36 mesi. Gli accordi territoriali stabiliscono un canone minimo ed uno massimo che il proprietario può chiedere in base alle caratteristiche dell’alloggio.

Il contratto può essere sottoscritto da un solo studente o da un gruppo di studenti fuori sede nelle città sedi universitarie o di sedi distaccate e succursali.

POSTUMA DECENNALE

CHE COS’ E’ LA POSTUMA DECENNALE?

In caso di acquisto di un immobile di nuova costruzione il costruttore/venditore deve consegnare, all’acquirente, una polizza assicurativa, detta Postuma decennale, a garanzia dei danni causati da vizi che i verificano sul bene compravenduto nei successivi dieci anni dall’ultimazione dei lavori. Copre i danni ricompresi in quelli previsti dall’articolo 1669 del Codice Civile, quelli cioè conseguenti a vizi del suolo o a gravi difetti della costruzione che ne comportano la rovina in tutto o in parte. Il pagamento del danno prescinde dall’accertamento di responsabilità.